Ambulatori See&Treat approvati

Dopo la sentenza del 19/10/16, è stato dato il via libera al progetto degli Ambulatori See & Treat.

Il servizio infermieristico, ispirato al sistema inglese, prevede l'attivazione di ambulatori gestiti da infermieri che si occupano dei codici bianchi e dei casi che non richiedono un immediato intervento medico.

La sentenza vedeva come protagonista l'Ordine dei medici di Roma ( che nel 2015 aveva chiesto l’annullamento della determinazione n. 384 del 20 marzo 2015 con cui l’Asl RM C ha disposto “Attivazione ambulatori infermieristici sul modello "See&Treat”) che si chiedeva se fosse un'attività legittima poiché il rischio che un infermiere compiesse un'intervento medico riservato agli iscritti all'albo dei medici è reale.

A questa domanda ha risposto il Tar del Lazio, Sez. Terza quater, con la sentenza 19 ottobre 2016, n. 10411:

I profili che sono rivolti a contestare la mancanza di competenza del personale infermieristico anche sotto il punto essenziale della responsabilità delle scelte di cura che derivano in ordine alla patologia da cui sia affetto il malato che si rivolge al servizio di See and Treat sono prospettate, per l’aspetto ora riferito, anche in maniera contraddittoria, perché come è dato ricavare dalla lettura della delibera al detto servizio si accede dopo il passaggio per il “triage”, che è esso stesso svolto da personale infermieristico ed ha il compito di “definire la priorità di cura sulla base delle necessità fisiche, di sviluppo psicosociali, sulla base di fattori che determinano il ricorso alle cure e compatibilmente con l’andamento del flusso all’interno della struttura”.

Inoltre, sotto il profilo della responsabilità, il Tar mette in luce un aspetto a dir poco rilevante: “tale impostazione della problematica proposta da parte ricorrente – responsabilità e posizione professionale rivestita dall’addetto al paziente - è confermata dalla Cassazione penale che osserva come anche “L'infermiere del pronto soccorso adibito ad attribuire i codici di priorità (c.d. "triage") risponde di omicidio colposo qualora il paziente muoia per un ritardato intervento indotto da una sottovalutazione dell'urgenza del caso”

 

Qui l'articolo completo: Ambulatori See & Treat